Stella Polaris Ulloriarsuaq



La storia del mondo si è sedimentata per milioni di anni sulle lastre di ghiaccio della Groenlandia. Enormi ghiacciai riportano costantemente alla luce le ere del pianeta. Da millenni, il popolo Kalaalit è indissolubilmente connesso a questo "ghiaccio eterno". Nel giro di qualche anno, il colonialismo ha drammaticamente trasformato la loro cultura in uno stile di vita moderno.
Oggi, poiché il fondamento delle loro tradizioni gli si sta lentamente sciogliendo sotto i piedi, un gruppo di persone si è impegnato a conservare le tracce di questo mondo in via di estinzione.


Il film ha vinto durante l'ultimo Trento Film Festival il Premio Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO per il miglior film che documenti la consapevolezza delle comunità rispetto agli eccezionali valori universali riconosciuti da UNESCO e la capacità di una conservazione attiva del territorio. Premio istituito dalla Fondazione Dolomiti UNESCO e dalla SAT Società Alpinisti Tridentini.
La giuria ha deciso l'assegnazione con la seguente motivazione: "Una fotografia spettacolare immerge lo spettatore nel mondo di ghiacci della Groenlandia, l’isola più grande del Pianeta. Nel Mille, ai tempi di Erik il Rosso, la “Terra verde” aveva un manto glaciale meno esteso dell’attuale, da qui il suo nome. Appartenente alla Danimarca dall’inizio dell’Ottocento oggi la Groenlandia gode di una certa autonomia che consente una forma di autogoverno. Abitata dai Kalaalit (Kalaallit Nunaat il nome groenlandese di questa terra), negli ultimi anni la Groenlandia si è profondamente modificata con lo sviluppo del turismo e lo sfruttamento di risorse primarie del sottosuolo e l’incremento della pesca. Una trasformazione veloce che rischia di cancellare la millenaria cultura della popolazione locale. Non solo la storia degli uomini si è stratificata in questo affascinante territorio, ma anche la stessa storia della Terra, conservata nei ghiacci che ne riportano alla luce le varie ere. Ma anche i ghiacci devono fare i conti con drammatici eventi, quali i cambiamenti climatici. Uomini e territorio sono alle prese con una sfida epocale, solo il rispetto e la conoscenza possono garantirne il futuro. Il film riesce a far emergere chiaramente tutti questi aspetti, senza rinunciare ad una struggente bellezza."


Evento inserito nel programma 'Fuori Festival' del Festival della Scienza 2018, dedicato ai Cambiamenti. Biglietto ridotto per chi si presenterà con un tagliando di ingresso al Festival della Scienza.


Stella Polaris Ulloriarsuaq
Martedì 30 Ottobre - h 21e15, cinema Cappuccini di Genova
Regia di Yatri N. Niehaus
Germania / 2017 / 86'
Film in lingua originale sottotitolato in italiano


QUESTO SITO È STATO CREATO TRAMITE